Fondimpresa, il contributo aggiuntivo per i piani formativi delle PMI

Fondimpresa, il contributo aggiuntivo per i piani formativi delle PMI

Fondimpresa, il contributo aggiuntivo per i piani formativi delle PMI

9 ottobre 2018
|

L’avviso attivo dal 19 ottobre 2018.

Fondimpresa è il fondo interprofessionale per la formazione continua di Confindustria, Cgil, Cisl e Uil. Si occupa principalmente della formazione dei dipendenti delle imprese aderenti. Promuove essenzialmente la cultura come strumento per l’innovazione, sviluppo, tutela dell’occupazione e la valorizzazione del capitale umano.

A seguito dell’avviso 2/2018 Fondimpresa ha stanziato un contributo aggiuntivo di 10 milioni di euro complessivi per la realizzazione di piani formativi aziendali o interaziendali, rivolti ai dipendenti delle Piccole Medie Imprese (PMI).

Dalle ore 9.00 del 19 ottobre fino al 19 novembre ore 13.00 , le aziende potranno presentare una domanda per accedere ai fondi.

Quali sono i requisiti per presentare la domanda e accedere ai fondi stanziati?

I seguenti punti descrivono quelli che sono i requisiti richiesti alle aziende per accedere ai piani formativi:

  1. Adesione a Fondimpresa alla data di presentazione del piano;
  2. Essere in regola con gli adempimenti comunitari;
  3. Rientrare nella definizione comunitaria di PMI;
  4. Non avere presentato dopo il 31/12/2016 domanda di finanziamento su altri avvisi Fondimpresa che prevedono la concessione di un contributo aggiuntivo;
  5. Avere sul conto formazione un accantonamento medio annuo non superiore a 10.000 euro;
  6. Detenere un saldo attivo nel proprio conto formazione, la cui disponibilità deve avere un importo maggiore di zero, alla data di presentazione del progetto.

A chi si rivolge l’investimento dei piani formativi?

I destinatari dell’intervento sono tutti i dipendenti delle PMI aderenti, ivi compresi gli apprendisti.

Il contributo previsto varia da un minimo di 1.500 euro ad un massimo di 10.000 euro, a seconda della dimensione aziendale.

Due le tipologie di piani previsti: aziendali o interaziendali. La formazione potrà riguardare tutte le tematiche, eccezion fatta per le attività obbligatorie in materia di Salute e Sicurezza sul Lavoro.